Soffocamento nei bimbi: ecco il decalogo salvavita

fresa.jpg
Il soffocamento è la seconda causa di morte tra i bimbi dagli O ai 4 anni. Ecco il decalogo salvavita

Tra i bimbi dagli O ai 4 anni, il soffocamento è la seconda causa di morte. Ogni anno muoiono circa 50 bambini per un boccone andato di traverso.

Per scongiurare tutto ciò è doveroso: non dare ai bambini cibi solidi prima che siano in grado di masticarli e deglutirli, non lasciare alla portata dei bambini, incustoditi, piccoli oggetti, acquistare giocattoli a norma, adatti all’età dei propri figli, facendo attenzione a che non si rompano o smontino in piccoli pezzi. Cosa fare in caso di incidente? Di solito il lattante si difende da solo e tossendo riesce a far fuoriuscire ciò che gli impedisce di respirare. Il lattante diventa subito blu, cianotico e perde colorito e tono.

La prima cosa da fare in questi casi è allertare chi è intorno a noi: chiamare o far chiamare il 118. Prendiamo il bambino in braccio e stringiamo con una mano la sua mandibola, sostenendolo sull’avambraccio. Lo poniamo a faccia in giù sul nostro avambraccio sostenendogli bene il capo e lo appoggiamo sulla nostra coscia. Con il palmo della mano libera eseguiamo 5 colpi tra le scapole del bambino (colpi interscapolari verso l’esterno per non colpire il capo). Ruotiamo il bambino sul dorso e alterniamo queste manovre con 5 compressioni lente e profonde effettuate al centro del torace, utilizzando due dita.

Generalmente bastano i primi colpi tra le scapole a testa in giù per scongiurare che l’ostruzione provocata dal liquido o dal semiliquido possa perdurare e causare danni al bambino. Se ciò non accade e il lattante perde coscienza, bisogna immediatamente chiamare o far chiamare il 118 e passare alle manovre di rianimazione. Se l’incidente si verifica in un bambino con più di un anno d’età, in caso di ostruzione delle vie aeree il primo gesto che un bambino mette in atto, è il “segno delle mani intorno al collo”, un riflesso incondizionato provocato dalla “fame di aria”.

Se l’ostruzione è parziale il bambino è in grado di respirare, parlare, tossire con forza a piangere. In questo caso non bisogna eseguire nessuna manovra, ma tranquillizzare il bambino invitandolo a tossire e chiamare il 118. In caso di ostruzione totale delle vie aeree se il bambino è ancora cosciente chi lo soccorre deve eseguire la manovra di Heimlich (praticabile sui bambini di oltre i 12 mesi di età): ponendosi alle spalle del bambino lo cingiamo con le nostre braccia e pratichiamo una pressione addominale intensa che farà muovere e poi uscire il corpo estraneo. Di solito questa manovra riesce a liberare le vie aeree dal corpo estraneo, ma se ciò non accade e il bambino perde coscienza, bisogna chiamare il 118 e iniziare le manovre di rianimazione fino all’arrivo dei soccorsi.

Tra i cibi incriminati, quelli piccoli, rotondi, cilindrici, appiccicosi, che non perdono consistenza pur tagliati, che si sfilacciano (es.uva, wurstel, prosciutto crudo,  pesche, prugne, biscotti fatti in casa, mozzarelline ecc.). Tra gli oggetti a rischio: giocattoli smontabili, pile al litio, magneti, detersivi, tappi di penne,  pistacchi e nocciole, monetine, ciondoli e bottoni.  Evitate di far mangiare il piccolo da solo, evitate di farlo giocare mentre mangia; tagliate il cibo anche in senso longitudinale,   non mettete troppo cibo in bocca,  non fatelo mangiare e bere in un veicolo in movimento;   mettetelo seduto con la schiena eretta. Attenzione, inoltre, alle pastiglie per  lavastoviglie, alle pillole  sul comodino della camera da letto, alle pile che potrebbero fuoriuscire da telecomandi TV  e dei condizionatori; così come ai cassetti bassi dove si trovano i  bottoni, al ripostiglio degli attrezzi, colmo di viti, bulloni ecc; ai balconi senza protezioni.

La Redazione di FIV Italia Blog ha tratto per voi da “meteoweb.eu”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...