I feti sono già dei piccoli geni ?

genio

Il dott. JeanMarie Delassus segue da tanti anni  sia le mamme che i loro bambini. Ha pubblicato un libro sorprendente sui  bambini quando sono ancora nel grembo materno, dal titolo Il genio del feto (1). Secondo il dottore, il feto è già davvero un piccolo genio, ma non necessariamente nel modo in cui intendiamo questa caratteristica umana … Chiediamo spiegazioni allo specialista .
Sensazione di pienezza
<<Esiste una vita prenatale, che non si limita solo a quella di sviluppo fetale, ma che comprende l’acquisizione delle specifiche caratteristiche umane», riassume il dottor Delassus . Così prende corpo nel grembo di una donna, una fantastica avventura: protetto ben al calduccio, alimentato continuamente attraverso il cordone ombelicale e cullato dalla voce di sua madre, il feto sperimenta la “totalità”, un periodo di pienezza dove “tutto va per il meglio e nel migliore dei mondi possibili” ed è solo il feto, questo piccolo “genio”, che è in grado di vivere e sperimentare questo piccolo paradiso pre-terrestre. Ed è appunto  questo ciò che lo rende propriamente un essere umano.
Un’esperienza unica … ed indelebile.
Per capire meglio questo loro stato ed esperienza, bisogna tenere a mente che il feto si muove in un ambiente specifico che unisce tre caratteristiche: “Una vita uterina, delle capacità sensoriali e sensitive molto precoci ed una dotazione neuronale eccezionale che non deve aspettare la nascita per diventare attiva.Così, essendo già in fase di sviluppo sul piano sensoriale (infatti lui già sente, ascolta,  sperimenta il gusto ed inizia anche un po’ a vedere) e neuronale (il cervello funziona), il feto “vive “, e vive qualcosa che non risperimenterà più per tutta la sua vita: “la totalità vitale”.
Una pienezza che il cervello fetale registra per conservarne dentro di se una traccia. Secondo JeanMarie Delassus è la memoria di questa “totalità” che ci rende umani e ci differenzia dagli animali.

Gli esseri umani non sono costituiti solo dai geni, ma anche dalla nostra esperienza prenatale: <<noi conserviamo dentro di noi il fondamento di questa totalità di vita che poi cerchiamo di ritrovare e risperimentare per tutto il resto della nostra vita>>, dice il dottore.
E la madre ?
In stato di gravidanza, la madre vive un momento molto speciale della sua vita.  Ha riscoperto e ritrovato la sensazione, la memoria della condizione del corpo fetale del feto in cui era lei stessa, Alla nascita di suo figlio, la madre perderà quell’esperienza di “vita passata” e, allo stesso tempo, trasmette questa esperienza nel suo bambino. Lei stessa fa da tramite tra lei stessa  ed il bambino, e questa è la magia che contraddistingue  il legame materno.

La Redazione di FIV Italia Blog

( 1 ) Il genio del feto , Jean – Marie Delassus , ed. Dunod

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...